Il sovraccarico nei controlli sull’autotrasporto

Come di consueto, anche quest’anno la Commissione per la Sicurezza dell’Autotrasporto ha divulgato i dati sui controlli di polizia stradale effettuati sui mezzi pesanti.

Anche quest’anno le sanzioni per il sovraccarico ai sensi dell’art. 167 del Codice della Strada sono una parte rilevante del totale dei verbali contestati.

Il trend rispetto agli anni scorsi è sempre stabile. Dai dati contenuti nel dossier emerge che su 200.000 controlli sono state riscontrate 20.251 (10% del totale)  infrazioni per sovraccarico.

Pur nelle difficoltà che attualmente tali controlli implicano (controlli a campione o sulla base di riscontri visivi, pese lontane dalla pattuglia, ecc.) siamo in presenza di un numero notevole di verbali.

Il Codice della Strada in questi casi prevede sanzioni multiple per tutti i vari attori coinvolti (committente, caricatore, vettore, destinatario) e indennità da corrispondere al gestore della strada per la maggiore usura della pavimentazione stradale, che spesso, vista la mancanza di controlli capillari, vengono eluse o evase del tutto.

Gli effetti sulla sicurezza stradale sono di notevole impatto. Basti pensare all’aumento degli spazi di frenata, spesso allungati anche da un impianto frenante non in perfetta efficienza o alla stabilità dei veicoli, compromessa da beni erroneamente caricati.

Gli ultimi drammatici fatti di cronaca legati ad esempio al ponte Morandi di Genova, se fosse ancora necessario, ci ricordano quanto sia importante monitorare i transiti dei mezzi pesanti su opere d’arte e infrastrutture viarie in genere.

In un Paese in cui più dell’80% della merce viaggia su strada e che spesso non ha potuto o saputo investire nella manutenzione ordinaria delle strade, diventa prioritario conoscere il peso dei veicoli per proteggere strade e ponti, permettendo alle Forze di Polizia di sanzionare eventuali illeciti in maniera tempestiva.

Ci sono poi delle ricadute positive sul medio-lungo termine. Contrastare il sovraccarico permette di ridurre gli intervalli di ripavimentazione stradale con beneficio a vantaggio di tutti. Tutti spesso tendiamo a dare la strada come qualcosa di scontato. Non è così. La strada, uno delle poche cose rimaste veramente pubbliche, è di tutti e va protetta per il bene di tutti.

Il sistema di pesatura dinamica BISONTE sviluppato da iWIM consente di monitorare in tempo reale il peso dei veicoli in circolazione sulle strade proteggendole 24 ore su 24. BISONTE è quindi un valido supporto per il monitoraggio costante di ponti e altre infrastrutture. Inoltre, essendo il primo e unico sistema WIM (Weigh-In-Motion, pesatura in movimento) omologato in Italia può anche essere usato anche a fini legali e sanzionatori.

VANTAGGI DI iWIM50_10

TRANQUILLITÀ

Vantaggi pesatura dinamica -

SICUREZZA DELL’INFRASTRUTTURE  STRADALI

Il sistema di pesatura dinamica BISONTE protegge ponti e strade, controlla in tempo reale il peso dei veicoli circolanti, riduce l’incidentalità dei mezzi pesanti nelle sezioni critiche e da indicazione per la deviazione del traffico pesante su direttrici lontane dai centri abitati.

  RISPARMIO

RIDUZIONE COSTI GESTIONE STRADE

La pesa dinamica BISONTE  fornisce l’informazione sul carico indotto dal traffico utili nelle attività di gestione e pianificazione degli interventi da attuare sulla rete stradale, riduce le spese di ripavimentazione, preserva gli investimenti infrastrutturali

  LEGALITÀ

SANZIONI VEICOLI IN SOVRACCARICO

BISONTE (modello iWIM50_10) controlla il peso dei veicoli in transito in tempo reale, tramite palmare/tablet/smartphone, fornisce alle forze di polizia, in tempo reale, le informazioni sui transiti, permettendo di intercettare i mezzi in sovraccarico e sanzionarli  senza necessità di ulteriori prove documentali.

INFORMAZIONE

MONITORAGGIO / ANALISI TRAFFICO

Il sistema di pesatura dinamica BIOSNTE è  in grado di monitorare il traffico in transito, genera statistiche con dati aggregati. Permette una gestione del traffico pesante. Monitoraggio in tempo reale l’impatto del traffico su ponti, viadotti e altre infrastrutture strategiche della rete stradale. Di facile integrazione con altri sistemi e sensori di monitoraggio.

BENEFICI DI iWIM50_10

PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

Il sistema di pesatura dinamica BISONTE è uno strumento efficace per la sicurezza stradale, per la salvaguardia delle strutture stradali e per un accurato monitoraggio del traffico, anche dei trasporti eccezionali.
Learn More

PER LE FORZE DI POLIZIA

Il sistema BISONTE, aiuta ad aumentare la sicurezza su strada e a vigilare sul rispetto delle regole previste dal Codice della Strada (sanzionare il sovraccarico) portando nel contempo una riduzione del carico di lavoro degli operatori che possono effettuare controlli mirati.
Learn More

PER I GESTORI STRADE E AUTOSTRADE

La pesa dinamica BISONTE auita nella gestione e pianificazione degli interventi da attuare sulla rete stradale, nei controlli dei trasporti eccezzionali e nei monitoraggio dei ponti, viadotti e strade.
Learn More

PER LA LOGISTICA

La pesa in movimento BISONTE, valido strumento per analizzare statisticamente quanta merce transita nel tuo centro logistico/interportuale integrando le informazioni provenienti da architetture ICT evolute.
Learn More

Forze di Polizia

Il sistema di pesatura dinamica denominato BISONTE modello IWIM50_10 è omologato dal Ministero dello Sviluppo Economico  come strumento di pesatura a funzionamento automatico ovvero bilancia destinata alla pesatura di veicoli stradali in movimento.

Il sistema BISONTE è uno strumento di pesa sottoposto a verifica prima e periodica a termini di legge, in linea con il combinato disposto dall’art. 167 § 12 del Codice della Strada: “Costituiscono fonti di prova per il controllo del carico le risultanze degli strumenti di pesa in regola con le verifiche di legge e di quelli in dotazione agli organi di polizia, …” e dall’art. 363 del Regolamento di attuazione: 1. “Ai fini della determinazione della massa esatta del veicolo, gli organi di polizia stradale, ove non provvisti di strumenti propri di pesa, potranno disporre che la pesatura sia effettuata nella più vicina località in cui esista una pesa pubblica idonea ad un’unica pesatura del veicolo e, in mancanza di questa, con qualsiasi pesa privata, purché in regola con le prescritte verifiche di legge.”.

Attualmente gli agenti impegnati sui controlli in strada non dispongono di strumenti in grado di individuare i mezzi che

viaggiano in sovraccarico. Il sistema BISONTE permette di misurare il peso dei veicoli con la massima accuratezza, senza la necessità di fermarli, fornendo così importante supporto alle Forze di Polizia nelle operazioni di controllo dei mezzi pesanti, anche dei trasporti eccezzionali.

Il sistema, tramite palmare/tablet/smartphone, fornisce alla pattuglia in tempo reale le informazioni sui transiti, permettendo di intercettare i mezzi in sovraccarico secondo il Codice della Strada (artt. 10 – 62 – 167) o i veicoli che superano il limite di peso previsto su ponti o strade sui quali stano transitando (art. 7), e procedere quindi utilizzando BISONTE sia come taccuino elettronico che per sanzionare il sovraccarico senza necessità di ulteriori prove documentali.

 

 

 

 

 

 

Pubblica Amministrazione

 

Il sistema di pesatura dinamica BISONTE è uno strumento di misura (ITS – Intelligent transportation system in grado di restituire istantaneamente il peso dei veicoli che transitano su strade e ponti alle velocità tipiche.

Grazie alla rilevazione del peso, BISONTE risulta essere un ottimo strumento per completare il monitoraggio dinamico delle infrastrutture. Infatti, integrando la pesa dinamica con i sensori di monitoraggio dei ponti e viadotti è possibile correlare le deformazioni strutturali al peso gravante sull’infrastruttura.Conseguentemente BISONTE risulta essere strumento utile per la gestione del traffico pesante, poiché come detto precedentemente è in grado di controllare in tempo reale l’impatto del traffico pesante su ponti, viadotti e altre infrastrutture strategiche della rete stradale.

Un altro utilizzo del sistema di pesatura in movimento è legato alla sicurezza dell’infrastrutture stradali, il sistema, assieme ad apposite segnaletiche stradale e panelli a messaggi variabili, può dare indicazione, ai mezzi che superano i limiti di peso previsti da ponti e strade, le deviazioni obbligatorie. Sempre legato alla sicurezza stradale BISONTE può essere utilizzato per effettuare controlli/accertamenti sui trasporti eccezionali  oppure su eventuali sovraccarichi rispetto ai limiti di peso imposti in corrispondenza di sezioni critiche, quali ponti e strade attenzionati per il peso (Art. 7 Codice della Strada) o sovraccarichi rispetto ai limiti stabiliti per categorie (art. 10 – 62 – 167).

Inoltre, BISONTE dalla pesatura in movimento dei veicoli, è in grado fornire altri numerosi parametri caratteristici 

del deflusso veicolare, quali:

  • Volume di traffico
  • Classificazione veicolare
  • Numero di assi
  • Distanza interasse
  • Peso per singolo asse
  • Velocità

I dati forniti da BISONTE risultano essere utili nelle attività di gestione e pianificazione degli interventi da attuare sulla rete stradale. L’informazione della portata complessiva rilevata sulle infrastrutture può essere efficacemente utilizzata per valutare il volume dei mezzi pesanti transitanti sulla rete e stimare i costi derivanti da

situazioni di  traffico congestionato nonché i benefici che potrebbero essere tratti dalla realizzazione di nuove strade o dall’applicazione di strategie alternative di

gestione del traffico pesante.

L’informazione sul carico indotto dal traffico costituisce un fattore di primaria importanza, sia nel dimensionamento delle sezioni delle pavimentazioni stradali sia per stabilire il tipo di intervento di manutenzione da attuare. Quindi, i dati sul peso del singolo asse, raccolti da BISONTE, possono essere utilizzati nella valutazione del grado di affaticamento e della durata prevista della pavimentazione stradale.

 

 

 

 

IWIM omologazione

PRIMA OMOLOGAZIONE IN ITALIA PER UN SISTEMA DI PESATURA DINAMICA DEI VEICOLI

 

I sistemi di pesatura dinamica pur riconosciuti come strumenti di misura, non hanno ancora una norma di riferimento a livello europeo.

iWIM dopo l’ottenimento della certificazione OIML R134 che attesta le caratteristiche e prestazione del sistema iWIM50_10, ha iniziato il percorso di omologazione con il Ministero dello Sviluppo Economico Italiano – Divisone XV Strumenti di misura e metalli preziosi.

Grazie alla possibilità di “Approvazione di strumenti di misura nazionali e varianti, non contemplati dalla direttiva MID” prevista dalla legge e il certificato OIML R134 ottenuto precedentemente è stato possibile intraprendere il percorso di omologazione che si è concluso con l’emissione del Decreto Ministeriale in data 25 maggio 2017 che ammette alla verificazione metrica ed alla legalizzazione del sistema iWIM50_10 come strumento per pesare a funzionamento automatico destinato alla pesatura di veicoli stradali in movimento.

 

Gestori Strade e Autostrade

Il sistema di pesatura dinamica BISONTE è uno strumento (ITS – Intelligent transportation system) di misura in grado di pesare i veicoli in movimento, cioè fornisce in tempo reale il peso dei veicoli in transito senza bisogno di fermarli. Oltre al peso complessivo il sistema BISONTE fornisce altre informazioni quali:

  • Volume di traffico
  • Classificazione veicolare
  • Numero di assi
  • Distanziamento tra gli assi
  • Peso per singolo asse
  • Velocità

I dati forniti dal sistema di pesatura dinamica possono essere utilizzati nelle attività di gestione e pianificazione degli interventi da attuare sulla rete stradale. L’informazione sul carico indotto dal traffico costituisce un fattore di primaria importanza, sia nel dimensionamento delle sezioni delle pavimentazioni stradali sia nello stabilire il tipo di intervento di manutenzione da attuare. Inoltre, con i dati forniti dal sistema BISONTE e da altri sensori di monitoraggio è possibile stabilire la relazione tra degradazione del mando stradale e carichi transitati.

Sempre sul fronte del monitoraggio, il sistema di pesatura dinamica BISONTE può essere integrato con sensori per il monitoraggio dei ponti e viadotti . Grazie ai dati forniti dalla pesatura in movimento sarà possibile correlare le deformazioni strutturali, rilevate dai sensori di monitoraggio, con il peso gravante sul ponte in un dato momento. Conseguentemente BISONTE risulta essere strumento utile per la gestione del traffico pesante, poiché come detto precedentemente è in grado di controllare in tempo reale l’impatto del traffico pesante su ponti, viadotti e altre infrastrutture strategiche della rete stradale.

 

Tramite un’accurata classificazione dei veicoli in base al peso, BISONTE permette inoltre una gestione dei pedaggi più equa e in anticipo sulle prescrizioni della normativa europea che entrerà in vigore nel 2021 (Direttiva 2011/76/UE).

 

 

 

 

 

 

iWIM – pesatura dinamica veicoli in velocità

iWIM – pesatura dinamica veicoli in velocità

iWIM sviluppa e commercializza un sistema di pesatura dinamica per veicoli in movimento, fino a velocità di 50 Km/h, omologato e certificato OIML-R134.